sabato 21 aprile 2012

Fincantieri- Viking Ocean Cruises siglata lettera d’intenti per la costruzione di due navi da crociera extra-lusso da 45mila tonnellate di stazza lorda

Fincantieri riesce a spuntarla (?) sui a cantieri francesi di Stx aggiudicandosi una commessa che dovrebbe portare con ogni probabilità lavoro ai siti di Ancona, Sestri Ponente e Castellammare di Stabia Il gruppo italiano ha siglato infatti una lettera d’intenti con Viking Ocean Cruises per due navi da crociera extra-lusso da 45mila tonnellate di stazza lorda e quasi mille passeggeri, che include un’opzione per la costruzione di una terza unità delle stesse dimensioni.

Viking River Cruise, leader mondiale nel cabotaggio fluviale, è fortemente intenzionato a entrare nel mondo delle crociere oceaniche servendosi della consociata Viking Ocean Cruises. A fine 2011 ordina così ai cantieri transalpini di Saint Nazaire, divisione del gruppo Stx Europe, la realizzazione di due unità oceaniche di lusso, sempre con l’opzione per una terza nave, da 41mila tonnellate, lunghe 23 metri e larghe 26,5, con capacità di 888 passeggeri e 444 membri dell’equipaggio, All’ inizio si questo mese, per nostra fortuna, il colpo di scena. Stx France in un comunicato rende noto di essere stata informata dalla Viking River Cruise della decisione di ritirarsi da ulteriori trattative inerenti relative al progetto, che prevedeva l’entrata in servizio dei primi due navi rispettivamente nella primavera del 2014 e del 2015. Subentra quindi nell’affare Fincantieri, che batte in extremis anche la concorrenza della tedesca Meyer Werft, offrendo navi un po’ più grandi e, soprattutto, extra-lusso. I cantieri italiani dedicati alla realizzazione di questo tipo di unità, di dimensioni minori rispetto ai colossi di solito costruiti a Monfalcone e Marghera, sono quelli di Ancona, Sestri Ponente e Castellammare di Stabia. Le unità saranno dotate di 499 cabine e potranno ospitare a bordo 998 passeggeri e saranno consegnate, rispettivamente, entro la fine del 2014 e del 2015. “Le parti – si legge in una nota – hanno raggiunto un’intesa su tutti gli aspetti dell’accordo e contano di firmare un contratto in tempi brevi una volta che tutte le condizioni saranno perfezionate”. Il Governo italiano, per aggiudicarsi l’ordine tramite Fincantieri, ha messo in campo le controllate Simest e Sace per gli strumenti di credito all’esportazione e l’eventuale finanziamento di Cassa Depositi e Prestiti.
Torstein Hagen, fondatore e amministratore delegato di Viking, spiega che “la nave progettata da Fincantieri propone un design innovativo e all’avanguardia, fedele alla nostra strategia di mercato”. Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri, commenta così la notizia: “Siamo particolarmente onorati di essere stati scelti da Viking Ocean Cruises per realizzare un progetto così innovativo. In un momento di crisi epocale come quello attuale, quest’accordo con un nuovo cliente rappresenta un importante segnale di rinnovata fiducia per lo sviluppo del settore, anche perché Viking, leader mondiale nel segmento fluviale, entra per la prima volta nel settore delle crociere oceaniche. Questo accordo – conclude – testimonia la strategia vincente di Fincantieri di recuperare competitività sul mercato e segna l’inizio di una nuova fase che contribuirà a rinforzare la fiducia dei nostri dipendenti sul futuro della società”.